Le malattie dell'apparato respiratorio


Asma bronchiale, allergie respiratorie, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), sindrome delle apnee ostruttive del sonno: a causa della tendenza all’invecchiamento della popolazione, le patologie dell’apparato respiratorio sono in continuo aumento e hanno un impatto sempre più rilevante sulla qualità della vita. Dopo quelle cardiovascolari e i tumori, rappresentano infatti la terza causa di malattia e morte nel nostro Paese. Le cause sono molteplici e vanno dall’esposizione al fumo di tabacco alle infezioni, dalla predisposizione genetica fino all’inquinamento ambientale.

Si tratta di malattie che possono avere origine in età giovanile e poi impiegare tanti anni prima di manifestarsi, con un decorso lento e una marcata tendenza alla cronicizzazione. Proprio per questo, richiedono assistenza continua e modelli di prevenzione, presa in carico e gestione terapeutica efficaci.


BPCO
La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia dell'apparato respiratorio contraddistinta da infiammazione e ostruzione progressiva delle vie aeree, di entità variabile a seconda della gravità. Le forme più comuni di BPCO sono la bronchite cronica (con tosse e catarro, soprattutto al mattino), e l’enfisema polmonare (con affanno che rende difficile eseguire anche le più banali attività quotidiane, come vestirsi o salire le scale). Una diagnosi sbagliata o la mancanza di un trattamento precoce possono portare alla complicanza più grave della BPCO, l’insufficienza respiratoria: ovvero, la riduzione dell’apporto ai tessuti della quantità ottimale di ossigeno, con conseguenze anche molto serie a carico dell’apparato cerebro-cardiovascolare.
Smettere di fumare è la prima misura da adottare, a cui va associata una regolare terapia farmacologica per migliorare la qualità della vita, aumentare la tolleranza allo sforzo e ridurre la frequenza di riacutizzazioni della malattia.
In assenza di controindicazioni, tutti i pazienti affetti da BPCO dovrebbero vaccinarsi ogni anno contro l’influenza.

Al poliambulatorio Apollodoro è possibile effettuare spirometria e pulsossimetria (test semplici e non invasivi) per analizzare la funzionalità di organi e tessuti, e riconoscere l’eventuale presenza di insufficienza respiratoria.


Asma bronchiale

Caratterizzata da sibili, tosse stizzosa, senso di costrizione toracica e difficoltà respiratorie, l’asma bronchiale è un’infiammazione piuttosto diffusa (non solo nei bambini) delle alte vie aeree, associata a diversi fattori come infezioni, fumo, inquinamento o allergie a sostanze esterne (pollini, acari, muffe, peli di animali ecc).
Non fumare, evitare il più possibile l’esposizione agli allergeni ed eseguire il vaccino antinfluenzale ogni anno rappresentano le misure di prevenzione più idonee contro l’asma bronchiale.

Al poliambulatorio Apollodoro è possibile eseguire la determinazione della frazione esalata dell’ossido nitrico: rapido e sicuro, l’esame consente di verificare lo stato di infiammazione delle vie respiratorie che una spirometria classica non è in grado di rilevare.



Per saperne di più o per prenotare una visita, chiamaci allo 06 837510
. Il poliambulatorio Apollodoro è convenzionato con le principali compagnie assicurative e i migliori fondi sanitari contrattuali.



TWITTER

NEWSLETTER

La newsletter consente di ricevere tutti gli aggiornamenti del sito.