Il “modello Apollodoro” | Poliambulatorio Apollodoro

Il “modello Apollodoro”

Il presidente di Casagitservizi, Giampiero Spirito, spiega come sia cambiato (in meglio) il poliambulatorio romano dei giornalisti.

 

Giampiero Spirito, presidente di Casagitservizi srl, società che gestisce il Poliambulatorio Apollodoro di Roma, struttura sanitaria di riferimento per i giornalisti e non solo. Come nasce e con quali intenti il Poliambulatorio Apollodoro?

E’ un Poliambulatorio specialistico aperto al pubblico, gestito da Casagitservizi, società controllata da Casagit, la Cassa di assistenza sanitaria dei giornalisti italiani, diventata quest’anno società di mutuo soccorso Casagit Salute. L’esperienza del Poliambulatorio nasce nel 2004, come struttura polispecialistica dedicata esclusivamente ai giornalisti iscritti alla Casagit e ai loro familiari. Negli anni si è sviluppata l’offerta non solo verso i soci ma anche verso l’utenza esterna. Inoltre, nel 2016, il Poliambulatorio di piazza Apollodoro è stato esteso al primo piano dello stabile che ci ha ospitato dalla nascita e l’esperienza di 46 anni di Casagit (la Cassa è stata fondata infatti nel 1974 – ndr) ci ha consentito di mettere la nostra assistenza a disposizione anche di una quindicina di fondi sanitari e assicurativi e di pazienti privati. Oggi l’offerta sanitaria è stata unificata e la struttura che si trova a Roma, nel quartiere Flaminio, è fruibile da tutti: un autentico punto di riferimento nel territorio, con accessi tra i 30mila e i 35mila l’anno.

Come si articola l’attività polispecialistica del Poliambulatorio Apollodoro?

Sono presenti tutti i servizi di diagnostica di laboratorio e per immagini, visite e prestazioni specialistiche. L’attività della struttura è articolata su quattro pilastri: il laboratorio analisi, la radiologia, la specialistica e la fisioterapia riabilitativa. La nostra ambizione è quella di accompagnare il paziente nel suo percorso diagnostico-terapeutico attraverso un approccio multidisciplinare. Penso, in particolare, a settori delicati quali la senologia, la ginecologia e l’urologia. Screening di qualità e collaborazione tra specialisti garantiscono l’appropriatezza delle prestazioni specialistiche, attraverso l’osservanza delle linee guida nazionali e internazionali insieme al mantenimento di elevati standard tecnologici, da sempre obiettivo irrinunciabile e il nostro valore aggiunto.

In che cosa si contraddistingue il Poliambulatorio Apollodoro rispetto agli altri presidi polispecialistici privati?

Peculiarità del Poliambulatorio è il rapporto virtuoso con il Servizio sanitario nazionale. Nella nostra struttura prestano servizio specialisti con posizioni apicali, e non, nel Servizio sanitario nazionale e ciò garantisce una continuità assistenziale rara: il Poliambulatorio Apollodoro, come struttura di territorio, prende in carico il paziente per poi accompagnarlo in percorsi di ospedalizzazione pubblica attraverso lo specialista di riferimento. Inoltre, dall’inizio dell’emergenza Covid, il Poliambulatorio è in grado di affiancare e soddisfare le esigenze di salute della medicina generale del territorio, in un periodo in cui gli ospedali garantiscono spesso solo prestazioni urgenti e non ordinarie.

Particolare importanza è dedicata alla prevenzione al femminile.

E’ vero. I nostri specialisti, coordinati dalla Direzione sanitaria, hanno messo a punto un’offerta di salute ‘al femminile’, con servizi di diagnosi e prevenzione adattati alle diverse esigenze dell’intero arco temporale della vita della donna: dall’adolescenza alla gravidanza, fino alla terza età. Attraverso percorsi diagnostici multidisciplinari e attraverso pacchetti specifici è possibile iniziare e concludere in un solo giorno il proprio screening. Per la senologia il Poliambulatorio utilizza ecografi di ultima generazione e mammografo 3D con tomosintesi per la diagnostica di primo livello. Il percorso diagnostico senologico si completa, ove necessario e sempre in struttura, con l’esecuzione di ago aspirato e/o ago biopsia per lesioni della mammella ritenute sospette dallo specialista. Anche per la ginecologia il Poliambulatorio dispone di apparecchiature tecnologicamente avanzate come ecografi, esame colposcopico e thin prep (Pap test), esame citologico che individua sia problematiche infettive che precancerose.

Il Poliambulatorio dispone anche di un servizio di Fisioterapia riabilitativa. Come funziona?

Al piano terra, dove in origine è sorto il Poliambulatorio dei giornalisti, è presente un servizio di Fisioterapia con percorsi riabilitativi personalizzati. La richiesta specialistica di riabilitazione è redatta dai medici di medicina generale e dagli specialisti ortopedici che prestano servizio nella struttura. Insieme all’esame clinico, tale richiesta è vagliata dal responsabile della Fisioterapia, che costruisce per ogni paziente un percorso riabilitativo personalizzato sia di tipo manuale-fisico sia strumentale. La radiologia offre un supporto significativo all’attività riabilitativa del centro, sia attraverso una diagnosi radiologica iniziale sia attraverso la conferma dei risultati clinici ottenuti. L’attività riabilitativa è completata dall’attività specialistica reumatologica, in grado di studiare e trattare patologie invalidanti quali l’osteoporosi, attraverso l’esecuzione di indagine specialistica Moc, la Mineralometria ossea computerizzata.

Come si è organizzato il Poliambulatorio Apollodoro per fronteggiare l’emergenza Covid-19?

Con attenzione e grande senso di responsabilità da parte di quanti lavorano nella struttura: il personale tutto, medico, paramedico e amministrativo, che non finirò mai di ringraziare per come si è messo a disposizione in questo periodo d’emergenza. Naturalmente abbiamo osservato sin dall’inizio le precise indicazioni suggerite dall’autorità sanitaria in tema di prevenzione e contenimento del contagio da Covid-19. E’ stata individuata una ‘best practice’ attraverso l’istituzione di rigorosi protocolli gestionali e comportamentali applicati anche nei riguardi dei pazienti. Si tratta ovviamente di linee guida sempre modulabili, in base all’andamento clinico del contagio, attraverso le quali la struttura insieme agli operatori sono in grado di aggiornare il Dvr, Documento valutazione rischi, indispensabile in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Abbiamo attribuito particolare significato alle modalità dell’accoglienza del paziente con percorsi dedicati, ingressi contingentati, rilevazione della temperatura corporea, rispetto del distanziamento, obbligo di indossare mascherine chirurgiche e di sanificare le mani. Infine, sono state riorganizzate, e lo potranno essere ancora, le tempistiche e le modalità delle prestazioni e della permanenza nelle sale d’attesa.

Dunque, nonostante l’emergenza sanitaria, siete riusciti a garantire l’offerta di salute agli utenti.

In linea con i continui aggiornamenti proposti dall’autorità sanitaria e le oggettive difficoltà di gestione del contagio, l’attuale esperienza della pandemia in corso ha dimostrato come il suo contenimento possa essere favorito solo da un rigoroso filtro che impedisca un accesso anomalo di pazienti alla struttura sanitaria. Teniamo molto a tutti coloro che si sono rivolti a noi, non solo per visite e accertamenti ma anche nella fase di prevenzione sul territorio. Ricordo ancora la significativa adesione alla giornata di sensibilizzazione del 25 maggio 2019 sulle malattie renali: patologie spesso silenti, ma che comportano un aumento del rischio cardiovascolare (condizione che interessa il 6-7% della popolazione con malattia renale cronica, ndr). Eseguiti 130 screening gratuiti grazie a un percorso rapido e semplice, dalla pressione arteriosa al consulto finale con il nefrologo. In base ai risultati, immediati, l’equipe ha orientato il paziente, caso per caso, sul percorso diagnostico e terapeutico più opportuno da seguire. Ecco vorremmo tornare anche a fare prevenzione con giornate di grande partecipazione, aperte a tutti, senza timori. E’ l’augurio migliore per il Poliambulatorio e soprattutto per tutti noi e per le nostre famiglie.

(Intervista di Flavia Scicchitano, pubblicata sul n. 11-12 di “Ore 12 Italia – Sanità”)

Poliambulatorio Apollodoro,
il tuo poliambulatorio di riferimento
Prenota una visita Chiamaci